Facebook batte Carramba

beatrice antolini

Ieri sera prima del concerto trovo il coraggio di avvicinarmi a Beatrice Antolini e di dirle: ciao, sono la coinquilina di E.M., sai? Di Macerata, la tua amica di infanzia… E lei un po’ si commuove e dice che è incredibile, quanto tempo! e mi chiede come sta. Suonavano insieme fin da piccole, ma ora una è violinista dell’Orchestra di Trieste e l’altra scombina i palchi e le orecchie levandoti le certezze sulle melodie e su come va la musica.

Le dico, dopo avere imparato a memoria il suo ricordo d’infanzia preso a prestito da E. M.: Venite nel nostro coro… Venite nel nostro coro… Ti ricordi la canzone? Beatrice Antolini si ricorda e va avanti per altri due versi. È incredibile – mi dice. Mi dice: che ricordi! mi sento su Facebook, con gli amici che non vedevi più e virtuale-reale che si confondono.

Annunci