Non so se voglio l’i-phone

Io me lo ricordo quando mia madre mi ha regalato il primo cellulare. Ero a Berlino, era venuta a trovarmi, mi sono messa a piangere che il cellulare non lo volevo. Volevo difendermi da lei e dal controllo e dalla tecnologia, calciando a vuoto per mezz’ora per poi mettermelo nelle tasche.

Ora non so se voglio l’i-phone. Essere connessa mentre sono in fila alla cassa. Di solito passo il tempo a fissare la gente. Cosa potrebbe succedermi se smetto di farlo?

Prima dovrò fare una lista per gestire le perdite di tempo che ci tengo a salvaguardare (esiste un’applicazione?).  Avrò un sacco di tempo in più, con l’i-phone. Poi dovrò concentrarmi per mantenere le buone intenzioni anche nei momenti di debolezza, usarlo con moderazione. Ma non so se mi sentirei abbastanza fuori pericolo passeggiando con la connessione.

E niente. Crescere significa difendersi prima di tutto da se stessi.

Un pensiero su “Non so se voglio l’i-phone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...