Geoblog, scrivere storie sulle geografie

Quando la scuola italiana risorgerà dalle sue ceneri, quando Word la smetterà di singhiozzare le sue lettere in un’oscura aula informatica causa problemi hardware mai risolti, quando gli alunni abbracceranno lavagne interattive anziché toccare il muro per scherzo sulle icone mandate da un vecchio proiettore, cose come Geoblog saranno all’ordine del giorno.

Gli alunni scriveranno le loro storie sulle geografie e le appenderanno ai luoghi in un gesto automatico, in modo che un navigatore qualunque possa arrancare sulla superficie della terra seguendo le briciole di parole che altri hanno lasciato prima di lui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...